Casino Online – Migliori Casinò legali con bonus massimi

Si attendono migliorie per i casino online

migliorie al gioco d'azzardo

Nonostante il neo Governo Gentiloni abbia giurato al Quirinale già da qualche giorno, il Consiglio dei Ministri non ha ancora proceduto al completamento della sua squadra, nominando i viceministri ed i sottosegretari anche se nei prossimi giorni il tutto si dovrebbe concretizzare. Inutile dire che nel mondo del gioco d’azzardo ed in quello dei migliori casino online con bonus tutti sperano che una delle nomine a sottosegretario cada in capo a Pier Paolo Baretta, anima protesa verso la riforma e la ristrutturazione del “prodotto gioco” ed anche anima che si è prodigata per portare avanti la trattativa con le Regioni e gli Enti Locali.

Giusto per non cominciare tutto da capo con un altro interlocutore: sarebbe difficoltoso e probabilmente allungherebbe i tempi. La nomina di Baretta a sottosegretario all’Economia con delega ai giochi sarebbe in ogni caso certa, anche in considerazione del fatto che c’è stata una conferma, nel passaggio dal governo Renzi all’era Gentiloni del Ministro Pier Carlo Padoan.

Analogo ragionamento pare potersi fare anche per quanto riguarda le Politiche Agricole con la conferma di Maurizio Martina e stessa sorte potrebbe toccare a Giuseppe Castiglione con la delega all’ippica. Si vedrà, quindi, in questi giorni natalizi cosa succederà anche per ciò che riguarda il Ministero dell’Interno, dopo lo spostamento di Alfano alla Farnesina ed anche si vedrà se Gianpietro Bocci verrà confermato con la delega alla vigilanza delle Case da Gioco e dei casino online: si attendono le decisioni del Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni.

Quindi, la corta settimana lavorativa che unisce Santo Stefano a San Silvestro e che porterà poi l’inizio del nuovo anno, con ogni probabilità ci accompagnerà alla nomina di questi sottosegretari e viceministri che, come detto, andranno a completare il team del neo Governo Gentiloni. Bisogna sottolineare che non solo la ripresa dei lavori in Conferenza Unificata, così come appunto le trattative che si sono “stoppate”, hanno la necessità urgente di conoscere i nominativi dei sottosegretari, poiché anche le sorti dei casinò italiani sembrano più legate alle scelte che saranno fatte per il Ministero dell’Economia che per quello da cui direttamente dipendono, quindi il Viminale.

Infatti, è stato l’allora sottosegretario al Mef con delega al gioco pubblico ed ai siti italiani di casino online, Pier Paolo Baretta, a mettere in agenda del Governo ed avviare il riordino normativo dei casinò tricolore dando seguito così, ma con decenni di ritardo, alla richiesta della Corte Costituzionale. E ciò anche dando voce a questo segmento del gioco per risolvere un’esigenza tuttora e sempre più sentita. Questa esigenza dei nostri casinò non è certamente venuta meno viste le enormi difficoltà normative che li riguardano ed il differente rapporto in grado di determinare, sia nel bene che nel male, le sorti di queste attività.

In questo 2016, d’altra parte, anche il “sistema casinò e migliori casino online” ha dimostrato tutte le sue “pecche” e le sue esigenze. Una realtà con tantissimi nodi anche a livello individuale che chiedono di essere sciolti. Purtroppo, anche per questo comparto, il 2016 non è stato certamente l’anno del consolidamento e si chiude tra tensioni, auspici ma anche speranze. Per esempio che si trovi la volontà politica di mettere ordine anche nel settore dei casinò, oltre che in tutto il resto del gioco, ovviamente.